#Puntiglioso Tumblr posts

  • englishitaliantranslations
    09.04.2021 - 1 mont ago

    Puntiglioso

    punctilious

    punctual

    pernickety

    stickler

    fussy

    meticulous

    precise

    View Full
  • giornate-no
    05.06.2020 - 11 monts ago

    Oggi è una giornata in cui in un modo o nell'altro mamma e papà sono incazzati. Fratello ha rotto due bottiglie di vetro e sono partiti i cristi.

    Alla fisioterapia non sanno quando riapriranno ma è meglio così. C'è fifa per quello che potrebbe accadere. Il coronavirus ha acuito la paura negli esseri umani e non è proprio un bene. Mi sono comunque messo d'accordo per terminare le 4 sedute tramite videochiamata dato che il responsabile voleva un elenco di chi voleva tornare in caso e chi no.

    Al centro sociale che frequentavo anni fa 3 ragazzi al giorno invece della solita decina (fretta di riaprire per incassare il mese) e facevano videochiamate su skype prima. Roba per me da mettersi le mani ai capelli visto che questi tutelano la privacy di chi si prendono cura con leggerezza, mentre io in videochiamata ho dovuto redarre auto dichiarazione, dichiarazione del consenso e ascoltarmi tutto il pippone dell'informativa sulla privacy perché dovevano registrare il consenso con la webcam.

    #coronavirus #da mettersi le mani ai capelli #fisioterapia #sulla privacy sono puntiglioso
    View Full
  • reporter1976
    13.04.2021 - 1 mont ago

    Tutta colpa del tacco 12

    Tutta colpa del tacco 12

    Price: (as of – Details) Blueberry Edizioni, la nuova casa del Romance Lucy Cennevan è una giovane aspirante cake designer che è riuscita a realizzare il sogno di lavorare per Connor O’Reel uno dei più prestigiosi maestri pasticceri di Londra.Lavorare con Connor tuttavia non è affatto semplice; lui è estremamente severo, rigoroso e puntiglioso per non parlare del fatto che non dà la minima…

    View On WordPress

    View Full
  • awesomealessandrascigliano
    10.04.2021 - 1 mont ago

    VIETATI I LECCA LECCA AI DEPUTATI

    VIETATI I LECCA LECCA AI DEPUTATI

    Rosso Robertson, un puntiglioso quanto integerrimo deputato del Parlamento della Nuova Zelanda, condusse una lunga battaglia per far approvare un codice di comportamento che proibisse ai suoi colleghi di leggere i giornali durante le sedute e di succhiare i lecca lecca.

    View On WordPress

    View Full
  • mcarte
    07.04.2021 - 1 mont ago

    I tessuti barocchi di Francesco Noletti

    Francesco Noletti, detto “il Maltese“, già Francesco Fieravino ( 1611-1654) è stato un pittore italiano che deve il suo soprannome all’isola in cui nacque, appunto Malta.

    Sconosciuto ai più, la sua fama si è persa nei secoli. Fu un grande interprete di quel genere di pittura da sempre conosciuto come “natura morta” che tanta fortuna ebbe nel XVII° secolo, non tanto perché macabra e triste, ma perché aveva come soggetti elementi non umani. Fu infatti chiamata più opportunamente anche “Still Life” per i colori intensi e la composizione ricca.

    Esponente dell’era barocca, Noletti non si concentrava sulla massima espressione del virtuosismo pittorico nella rappresentazione di personaggi fluttuanti e scorci arditi di anatomie ma sulla narrazione di oggetti, fiori, frutta, soprattutto stoffe, mostrando una incredibile capacità nel dipingere tappeti e tessuti.

    I suoi quadri sono capolavori della definizione, puntiglioso orgoglio descrittivo di un virtuoso del pennello.

    Particolareggiati all’inverosimile, si esaltava nei dettagli fino ai più minuscoli, fino alla testarda rappresentazione della trama dei tessuti.

    Da non confondere con uno stile iperrealista di moderna generazione, Noletti ha colori non espressamente naturali ma esaltati nella luminosità, nei contrasti dei suoi soggetti floreali, nella generosa pittura della frutta e affonda la sua meticolosità arrivando alla caparbia resa dolciastra dello zucchero evidente sui dolci, sui pasticcini.

    …..Vedi altro su McArte L’AltrArteBlog

    https://mcarte.altervista.org/i-tessuti-barocchi-di-francesco-noletti/

    https://twitter.com/McArteBlog/status/1379764290941517827

    View Full
  • ithilgwenn
    11.02.2021 - 3 monts ago

    È tutto tempo sprecato perché ce la metto tutta e comunque non c'è niente che io possa fare per farti innamorare.

    Nulla è mai abbastanza per farti sciogliere.

    Nulla è mai abbastanza per farti dire:"sì, diamole una possibilità. È una brava ragazza, dopotutto mi fa stare bene. Proviamoci."

    Una possibilità la meriterei. Una speranza, uno spiraglio, anche piccolo.

    Ma tu hai deciso che non siamo fatti per stare insieme, anche se è palese che insieme stiamo benissimo.

    E potremmo stare meglio ancora se tu la smettessi di trattarmi come uno dei tuoi tanti impegni in agenda e iniziassi ad ascoltarmi veramente.

    Se iniziassi a mettere insieme tutti i pezzi.

    Quanti se, quanti ma...

    Se...

    Se...

    Forse...

    Ma..

    Continuo a farmi del male a pensare a tutte queste cose.

    Io sono abbastanza.

    Certo, ho i miei difetti come tutti. Come li hai anche tu.

    E se devo dirla tutta ne hai un bel po'.

    Ipercritico.

    Rigido.

    Pigro.

    Distratto.

    Indifferente.

    Egocentrico.

    Egoista.

    Puntiglioso.

    Anaffettivo.

    Instabile.

    Irascibile.

    Ma non ti fai conoscere mai davvero, quindi faccio fatica a capire cosa ti passa per la testa.

    Perché poi, improvvisamente...

    Ti dimostri empatico.

    Gentile.

    Disponibile.

    Sensibile.

    Divertente.

    Pragmatico.

    Propositivo.

    Premuroso.

    Attivo.

    Dinamico.

    Adattabile.

    Sembra quasi che tu abbia due personalità. Ma non c'è niente da fare, proprio non riesco ad allontanarmi da te, anche se la tua instabilità è per me incredibilmente tossica.

    View Full
  • piusolbiate
    23.01.2021 - 3 monts ago

    Come tradurre numeri a bilancio in esigenze delle persone

    Dichiarazione di voto relativa al punto 5 in o.d.g. del Consiglio Comunale del 23/01/2021 avente ad oggetto: APPROVAZIONE NOTA DI AGGIORNAMENTO AL DUP 2021/2023, BILANCIO DI PREVISIONE 2021/2023 E RELATIVI ALLEGATI.

    Nella redazione del bilancio di previsione 2021-2023 e del documento unico di programmazione 2021-2023 non è stato possibile non tenere conto di quanto il 2020 sia stato un anno complesso, dal punto di vista finanziario ed in generale per tutti i Comuni, a causa della pandemia da COVID-19. E’ anche innegabile la considerazione che gli impatti economici continueranno a dare i loro effetti anche nel corso del 2021.

    Nonostante queste oggettive incertezze, questa amministrazione ha lavorato, lavora e lavorerà per garantire tutti i servizi essenziali alla comunità e in ambito sociale.

    Solo qualche esempio:

    -            -  La conferma della modulazione tariffaria per le famiglie con l’istituzione delle fasce ISEE, per l’accesso ai servizi culturali e scolastici, ritenute più giuste ed eque;

    -             -  La ricerca di soluzioni per dare un aiuto tangibile alle imprese allocando risorse da bilancio al fine di mitigare gli aumenti derivati dalla TARI;

    - -    - L’attivazione di interventi specifici a sostegno del reddito durante tutto il periodo emergenziale ancora in atto.

    Nella situazione contingente si continuerà ad attivarsi, con tutte le possibilità che saranno date dal Governo, per mettere a disposizione sostegni alle aziende e ai privati duramente colpiti dalla pandemia e dalla crisi economica.

    Confermare che, anche nella redazione del bilancio 2021/2023, permangono difficoltà a far quadrare le partite correnti, causate dal deficit strutturale già evidenziato, riteniamo sia un segno di onestà, correttezza e senso di responsabilità nei confronti dei nostri cittadini. Questa amministrazione lo dimostra quotidianamente con la continua ricerca di soluzioni ed opera o modifica le proprie scelte con un unico fine: recepire i bisogni e trasformarli in azioni concrete.

    Gli interventi messi in atto da questa amministrazione sono quindi volti ad invertire questa tendenza per raggiungere un equilibrio più sostenibile e si stanno sviluppano in ambiti diversi:

    ·       Contenimento e riduzione dei costi.  Il triennio beneficerà del contratto per la Farmacia Comunale, così come ridefinito, che non prevede più il ripiano delle perdite oltre a condizioni più favorevoli per il Comune.Si prosegue con la ricerca di opzioni di modifica della convenzione per la Piscina Comunale partendo da una ripartizione parziale delle spese per le utenze anche sul gestore e con la previsione di un accordo che è volto a definire un aumento della partecipazione del gestore alle spese sopra indicate e programmare alcuni investimenti per rendere più efficiente l’impianto ma che escluda, anche in questo caso, il ripianamento delle perdite da parte del Comune.

    ·       Controllo puntuale e recupero dell’evasione, realizzato attraverso gli accertamenti delle imposte non versate e il recupero delle concessioni cimiteriali scadute.

    ·       Investimenti di riqualificazione, digitalizzazione e contenimento dei costi. Vanno in questa direzione gli investimenti in efficientamento energetico realizzati già a partire dal 2020, al fine, non solo di abbassare il costo della bolletta energetica ma anche di fare un salto di qualità a livello tecnologico e di proiettarsi verso il futuro, destinando nuove risorse per la continuazione di interventi sugli edifici comunali e sulla piscina. Altri investimenti sono previsti per: il Parco Agricolo, l’area ex Pesa pubblica, il recupero dell’area Feste, il Cimitero, il Centro Anziani, il perfezionamento della donazione Macchi, il sistema di controllo del territorio mediante telecamere, la manutenzione straordinaria di strade, immobili e aree verdi e  l’attivazione della linea a banda larga su tutti gli edifici Comunali che potranno beneficiare della velocità e dei costi ridotti della Fibra, come indicato anche nelle linee guida del Governo.

    Non possiamo non evidenziare l’impegno a non utilizzare la leva fiscale per colmare detto deficit con la ricerca continua di soluzioni alternative mediante azioni di razionalizzazione delle spese correnti e con utilizzo di altre entrate per non impattare direttamente sui cittadini.

    Aspetti altrettanto delicati e che saranno attentamente monitorati, in attesa di conoscere quali e quante risorse addizionali saranno rese disponibili da parte dello Stato nell’ambito dei piani di rilancio post emergenza COVID-19 sono:

    ·       la TARI per gli aumenti causati dall’appalto per il servizio di gestione dei rifiuti avvenuto agli inizi del 2019 che andranno a sommarsi, per i contribuenti non domestici, all’impatto dovuto al ricorso della Caserma U. Mara in merito alla classificazione errata degli anni precedenti;

    ·       l’attività di recupero dell’evasione dei tributi locali che dovrà necessariamente proseguire tenendo però conto della situazione di emergenza attuale;

    ·       il passaggio della gestione dell’acqua pubblica alla Società ALFA S.p.A. che dovrebbe avvenire nel 2022, con i suoi possibili aumenti delle tariffe;

    ·       i costi maggiori che inevitabilmente occorre prevedere a fronte dell’attesa prosecuzione dell’emergenza COVID-19 con risvolti non indifferenti su imprese, cittadini ed in ambito sociale.

    Riteniamo importante e puntiglioso il lavoro della Giunta intera nel tradurre numeri a bilancio in esigenze di persone da soddisfare, contestualizzando la situazione odierna, ma con una proiezione nel futuro che denota prudenza e lucidità, oltre ad un grande senso di responsabilità.

    Per questi motivi esprimiamo il nostro voto favorevole.

    Solbiate Olona, 23/01/2021                                      

    Lista civica Più Solbiate

    View Full
  • ificouuldfly
    14.12.2020 - 5 monts ago

    26 marzo

    🐣☈ ❛ Il rapporto del tuo personaggio con la sua famiglia ❜ Il rapporto che ha con la famiglia è buono. L'ambiente dinamico e molto aperto in cui è cresciuto lo ha spronato a coltivare i suoi interessi e per questo non smetterà mai di ringraziare i genitori. Per quanto ami i suoi e suo fratello, a volte non può fare a meno di sentirsi quasi fuori posto. Lorcan è sarcastico e puntiglioso, testardo e sicuro di ciò che dice e questo cozza enormemente con la gentilezza di sua madre. A volte vorrebbe essere meno rigido con se stesso, perché poi lo appare con gli altri. Quando queste paranoie bussano alla porta del suo cranio, si chiude in sé e aspetta che passino, ricordandosi che ogni tanto è normale sentirsi un pesce fuor d'acqua anche con chi ami di più al mondo. 👅☈ ❛ Come il tuo personaggio affronta la sua sessualità ❜ Appurato quanto il giovane Scamander sia razionale e cinico e quindi solo alla ricerca di piacere carnale, ha questa bizzarra propensione a cacciarsi nei guai non rendendosene conto. Non è capace di capire i sentimenti altrui quando si parla di cuore e a volte le interazioni con il gentil sesso lo mandano in tilt. Capita di rado che qualcuna gli interessi sotto il profilo romantico, per lui spesso si riduce tutto a sesso e ad amicizia. Non ha quindi mai avuto una ragazza e non si è mai innamorato di qualcuna. Si definisce eterosessuale, dato che non ha mai avuto avvisaglie di nessun tipo verso lo stesso sesso.

    View Full
  • warvariations
    25.11.2020 - 5 monts ago

    the way i’m absolutely bothered by people not dotting their i’s when writing and how in italian we use the word puntiglioso to refer to someone who’s annoyingly precise, which derives from puntiglio and comes from puntillo which is a diminutive of punto (dot) but also refers to the strict (and likely pointless, hah, point also translates to punto in italian) observance of procedures.

    View Full
  • lamortenera
    22.11.2020 - 5 monts ago

    è una catena ma anche stikatzi

    1)    Quando sei triste cosa fai per tirarti su? Mangio, solitamente. O mi sparo Ariana Grande - oh, sì.

    2)    Se potessi inventare un animale fantastico quale sarebbe? Un cucciolo eterno.

    3)    Viaggio dei sogni? Non ne ho. Ne faccio abbastanza in testa di viaggi senza metterci quelli dal vivo.

    4)    Che lavoro volevi fare quando eri piccol*? La giornalista o la patologa legale, perchè Dr Scully.

    5)    Cosa ti dà più fastidio nelle persone? La stupidità.

    6)    Se potessi scegliere un superpotere quale sarebbe? Saper leggere la mente. LO SO PROF PITON, LA MENTE NON SI LEGGE COME UN LIBRO, ma abbiamo capito

    7)    Ti svegli nel corpo di un personaggio famoso, chi vorresti che fosse? Kate Middleton.

    8)    Sputtaneresti una carbonara con gli amici usando panna e prosciutto cotto per 1000 euro? Sicuro.

    9)     Che argomento usi per dissimulare una puzzetta in ascensore? Nessuna. Silent.

    10) Se fossi un politico, il tuo motto alle elezioni sarebbe “prima gli oriundi” o “prima gli asociali”? Prima di asociali.

    11) Che tecnica passivo-aggressiva usi per schiacciarti un foruncolo? Due indicini e specchio ingrandente.

    12)  Quale è il fastidio corporale che auguri a quell* che ti ha appena scavalcat* nella fila? La dissenteria, ovviamente.

    13) Credi nella bella vita dopo la vita? ...intendi quando mandi l’ultima mail di lavoro alle 18 di un qualsiasi venerdì non di produzione?

    14) Controlli su Google tutti i congiuntivi di un post prima di pubblicarlo qua, o la vita è troppo breve per dar credito alla grammatica? Grammar-nazi.

    15)  Sai fingere un org….ano a canne, inclusa la pedaliera? Con scappellamento a destra.

    16) Sei dispost* a gettare alle ortiche il tuo senso estetico, ammettendo che Chris Hemsworth è figo anche quando ciuccia uno stecchino al lato della bocca? CH è figo sempre.

    17) Ti sei mai fatto un contromano in retromarcia, vantandoti con la guardia che ti sta elevando la multa che la cosa ha perfettamente senso? Ogni volta che vado a Sesto San Giovanni (MI)

    18) Hai mai avuto dubbi riguardo la tua sessualità e se sì, perché attratt* da chi? Marion Cotillard in “Un’ottima annata” mi fa molto dubitare.

    19) Qual è il tuo colore preferito? Oscillo tra la gamma dei grigi e il verde bosco.

    20) Tre aggettivi per descriverti, tre verbi e tre pokemon. Pedante, svelta, saccente Mangiare, dormire, giocare (a WoW) Psyduck, Eevee e Snorlax

    21) Un detto che ti rappresenta? L’acqua è poca e la papera non galleggia

    22) Ti ritieni attraente? Se sì, perché? No.

    23) Ti ritieni intelligente? Sì.

    24) Il tuo punto forte. La sveltezza mentale.

    25) Il tuo punto debole. Dovrei mettere un filtro tra la bocca e il cervello che funzioni

    26) Se potessi scegliere il tuo nome, alla luce di quello che sei, quale avresti scelto? Avrei tolto le due lettere finali

    27) Dei Cesaroni chi ti rappresenta di più? Oddio. Non mi ricordo più i nomi, la sorella di mezzo credo

    28) Dawson o Peacy? Peacy.

    29) La mamma o il papà? Mamma

    30) Monogamia o poligamia? Tendenzialmente monogamia

    31) Gli amici intelligenti con cui si possono fare lunghe chiacchierate stimolanti o stupidi che ti fanno pisciare dalle risate dicendo solo “pera”? E chi ha detto che i primi escludano i secondi?

    32) Cosa ti rende felice? Il cioccolato

    33) Cosa ti rende triste? Quando il cioccolato è finito

    34) Sei un tipo da grande città caotica o da pacifica provincia? Metropoli si the way

    35) In una stanza piena di persone sei il tipo che se ne sta spalle al muro un po’ per conto suo o al centro a fare vita sociale? Datemi un muro e vi solleverò la serata

    36) Cosa ti attrae in una persona? Sapiosexual

    37) Che ruolo credi di svolgere nelle comitive? (es. il buffone, il timido, l’amico intraprendente, il puntiglioso, il permaloso) La vecchia zia che nessuno ascolta e che ha sempre ragione

    38) Se fossi il personaggio di un film, quale saresti? Hermione Granger.

    39) Puoi ritoccare tre parti del tuo corpo con la chirurgia estetica, quali? Le tette, la panza e le culotte

    40) Sei un tipo che rimane legato al passato o che si sgancia da esso facilmente? Ancorata proprio col cemento

    41) Se il tuo interlocutore ha una caccola ben esposta o un ramoscello di ulivo in mezzo ai denti, cosa fai? E se glielo dici, come? Glielo dico direttamente

    42) Sei più kinky o vanilla? E perché ti definiresti tale? Kinky.

    43) Le cose per cui piangi. I cuccioli salvati dagli shelter.

    44) Un film italiano che ti rappresenta, un film straniero che ti rappresenta. “Matrimonio all’italiana”. “L’Attacco dei Cloni”

    45) La cosa che fai quando nessuno ti vede. Piango

    46) Per un primo appuntamento preferisci puzzare di sigaretta o anelli di cipolla? Sigaretta, buon dio.

    47) Questa non è una domanda: provi vergogna a dire alla persone la tua categoria sui siti porno, lo so. No scherzo, se sì, perché? Quali sono? Threesom. No shame.

    48) Quale serie tv ti rappresenta e quale personaggio in particolare di questa? Oddio, sono in stallo. Vado sul sicuro e ti dico Pacey, Dawson’s Creek.

    49) Che bevanda alcolica saresti? Tequila

    50) Che quadro saresti? La notte stellata (che basic)

    51) Che fiore saresti? La primula

    52) Se ti puzzano le ascelle come dissimuli? Non alzando le braccia mai

    53) All’entrata di un centro commerciale quale porta scegli? (ce ne sono sempre dalle dodici in su, tipo) Mai quella centrale.

    54) Se potessi scegliere quale accento italiano parlare, quale parleresti? O quale pensi ti starebbe meglio? Il romano

    55) La parola che usi più spesso quando esponi un concetto, o quale espressione. Cazzo.

    56) Sei un tip* dalla mano pesante o leggera? Pesantissima

    57) Un cibo che ti rappresenta. Gelato alla noce

    58) A scuola eri bravo in…? ...trovarmi fidanzati da cui copiare matematica e fisica. E nei temi di italiano.

    59) Definiresti il tuo fisico…? Basso

    60) Tornassi indietro, cosa cambieresti? Niente. Siamo oggi le scelte che abbiamo compiuto ieri.

    View Full
  • mafedericascusami
    18.11.2020 - 5 monts ago

    DOMANDE SPECIALI PER PERSONE NORMALI

    Ciao a tutti, benvenuti alla prima edizione degli HUNGER GAMES DI TAMBLER. 

    Ho racimolato delle domande dai miei contatti più stretti del TAMBLER (e so’ due) e li ho inseriti nel seguente elenco.

    Questo gioco idiota si configura in questo modo (non lo ripeterò quindi STAI ATTENT*):

    1) SCEGLI UN CONTATTO TAMBLER DA TAGGARE, non è necessario tu lo conosca bene, potrai lasciarti trasportare dalla fantasia nel rispondere alle domande. 

    2) DEVI RISPONDERE ALLE DOMANDE AL POSTO DEL CONTATTO TAMBLER (e so’ tre) TAGGATO. Si tratta di pura immedesimazione, farai finta di essere la persona da te scelta nel rispondere alle domande. Chiaramente anche lasciando largo margine alla fantasia. 

    3) IL CONTATTO TAMBLER (e so’ quattro) DA TE TAGGATO SARA’ COSTRETTO A FARE ALTRETTANTO CON TE, ovvero dovrà rispondere alle stesse domande FINGENDOSI TE. 

    4) NON SEI COSTRETT* A RISPONDERE A TUTTE. Devi sceglierne un MINIMO DI OTTO. Per il resto fai tu, ama. Sentiti liber*.

    IMPORTANTE AI FINI DELLA BUONA RIUSCITA DEL GIOCO E’ scrivere in basso nella barra dei tag “ #rispondoiopertefrae “ così che possiamo raggiungere tutti celermente il punto di aggregazione dei nostri post vomitevoli. 

    Il gioco nasce chiaramente allo scopo di DIVETISSE. Alla prossima edizione LE DOMANDE CAMBIERANNO. 

    ANNAMO:

    1)    Quando sei triste cosa fai per tirarti su?

    2)    Se potessi inventare un animale fantastico quale sarebbe?

    3)    Viaggio dei sogni?

    4)    Che lavoro volevi fare quando eri piccol*?

    5)    Cosa ti dà più fastidio nelle persone?

    6)    Se potessi scegliere un superpotere quale sarebbe?

    7)    Ti svegli nel corpo di un personaggio famoso, chi vorresti che fosse?

    8)    Sputtaneresti una carbonara con gli amici usando panna e prosciutto cotto per 1000 euro?

    9)    Che argomento usi per dissimulare una puzzetta in ascensore?

    10) Se fossi un politico, il tuo motto alle elezioni sarebbe "prima gli oriundi" o "prima gli asociali"?

    11) Che tecnica passivo-aggressiva usi per schiacciarti un foruncolo?

    12)  Quale è il fastidio corporale che auguri a quell* che ti ha appena scavalcat* nella fila?

    13) Credi nella bella vita dopo la vita?

    14) Controlli su Google tutti i congiuntivi di un post prima di pubblicarlo qua, o la vita è troppo breve per dar credito alla grammatica?

    15)  Sai fingere un org....ano a canne, inclusa la pedaliera?

    16) Sei dispost* a gettare alle ortiche il tuo senso estetico, ammettendo che Chris Hemsworth è figo anche quando ciuccia uno stecchino al lato della bocca?

    17) Ti sei mai fatto un contromano in retromarcia, vantandoti con la guardia che ti sta elevando la multa che la cosa ha perfettamente senso?

    18) Hai mai avuto dubbi riguardo la tua sessualità e se sì, perché attratt* da chi?

    19) Qual è il tuo colore preferito?

    20) Tre aggettivi per descriverti, tre verbi e tre pokemon.

    21) Un detto che ti rappresenta?

    22) Ti ritieni attraente? Se sì, perché?

    23) Ti ritieni intelligente?

    24) Il tuo punto forte.

    25) Il tuo punto debole.

    26) Se potessi scegliere il tuo nome, alla luce di quello che sei, quale avresti scelto?

    27) Dei Cesaroni chi ti rappresenta di più?

    28) Dawson o Peacy?

    29) La mamma o il papà?

    30) Monogamia o poligamia?

    31) Gli amici intelligenti con cui si possono fare lunghe chiacchierate stimolanti o stupidi che ti fanno pisciare dalle risate dicendo solo “pera”?

    32) Cosa ti rende felice?

    33) Cosa ti rende triste?

    34) Sei un tipo da grande città caotica o da pacifica provincia?

    35) In una stanza piena di persone sei il tipo che se ne sta spalle al muro un po’ per conto suo o al centro a fare vita sociale?

    36) Cosa ti attrae in una persona?

    37) Che ruolo credi di svolgere nelle comitive? (es. il buffone, il timido, l’amico intraprendente, il puntiglioso, il permaloso)

    38) Se fossi il personaggio di un film, quale saresti?

    39) Puoi ritoccare tre parti del tuo corpo con la chirurgia estetica, quali?

    40) Sei un tipo che rimane legato al passato o che si sgancia da esso facilmente?

    41) Se il tuo interlocutore ha una caccola ben esposta o un ramoscello di ulivo in mezzo ai denti, cosa fai? E se glielo dici, come?

    42) Sei più kinky o vanilla? E perché ti definiresti tale?

    43) Le cose per cui piangi.

    44) Un film italiano che ti rappresenta, un film straniero che ti rappresenta.

    45) La cosa che fai quando nessuno ti vede.

    46) Per un primo appuntamento preferisci puzzare di sigaretta o anelli di cipolla?

    47) Questa non è una domanda: provi vergogna a dire alla persone la tua categoria sui siti porno, lo so. No scherzo, se sì, perché? Quali sono?

    48) Quale serie tv ti rappresenta e quale personaggio in particolare di questa?

    49) Che bevanda alcolica saresti?

    50) Che quadro saresti?

    51) Che fiore saresti?

    52) Se ti puzzano le ascelle come dissimuli?

    53) All’entrata di un centro commerciale quale porta scegli? (ce ne sono sempre dalle dodici in su, tipo)

    54) Se potessi scegliere quale accento italiano parlare, quale parleresti? O quale pensi ti starebbe meglio?

    55) La parola che usi più spesso quando esponi un concetto, o quale espressione.

    56) Sei un tip* dalla mano pesante o leggera?

    57) Un cibo che ti rappresenta.

    58) A scuola eri bravo in…?

    59) Definiresti il tuo fisico…?

    60) Tornassi indietro, cosa cambieresti?

    all’inizio taggo tutti quelli che mi passano per la mente affinché il post arrivi a tutti @gelatinatremolante @herr-papero @2delia @blueggiallo @ipocretina @acrilici @falsepartenze @cia-no @problemino @bo-bo-kaminsky e poi taggate voi BACI STELLARI

    LE PERSONE CHE HO TAGGATE NON SONO COSTRETTE A FARLO SU DI ME, LE STO TAGGANDO SOLO AFFINCHE’ LI ARRIVI LA NOTIFICA. BACI

    View Full
  • black-cat-library
    09.11.2020 - 6 monts ago

    Nevernight 1 📖 commento ⚔️

    Ho appena finito di leggere questo libro che mi sono ritrovata tra le mani in biblioteca. Dato che si tratta di una trilogia li ho presi tutti e tre e ora posso dire di averne letto uno. Ovviamente vado avanti anche se questo libro mi ha generato dei sentimenti discordanti durante tutta la lettura tanto che a volte sono arrivata persino ad odiarlo, altre volte invece mi sono detta che però c’era un sacco di potenziale ma poi? Qual è il giudizio finale? Neanche mi sento io in grado di salire sulla cattedra e giudicare come una professoressa questo libro, non ne sono certo all’altezza anche se posso permettermi di commentarlo. Indubbiamente è ingegnoso ma forse troppo. La sensazione costante che ho provato durante tutta la lettura è stata quella della mancanza di sentimento. Per quanto i sentimenti giocano un ruolo fondamentale nella trama sembra che lo scrittore non abbia messo niente di se stesso neanche in una pagina. Innanzitutto il fatto che la protagonista è una ragazza vuol dire, questo già allontana lo scrittore dal suo personaggio, inevitabilmente e si sente. Mia si muove nella storia come un personaggio di Dungeons and Dragons e non penso che lui si sia mai impersonato in lei e quasi anzi mi sembra che si volesse distaccare da lei. La trama si sviluppa in modo preciso continuamente ma anche questo nella sua fantasiosa struttura mi risulta troppo artefatta. Non voglio dire che quando uno scrive un libro deve mettersi a fare tutte le cose “a cavolo” certo c’è sempre un po’ di organizzazione ma non deve essere troppo perché altrimenti invece di un’opera d’arte viene fuori una scheda tecnica. Una metafora: il disegno tecnico paragonato a un dipinto. Il disegno tecnico è fatto di precisioni costruzioni misure. Questo libro mi ha dato proprio la sensazione di un disegno tecnico che non è voluto diventare un dipinto. Certo dietro c’è un grandissimo lavoro perché in ogni minima parte tutto è stato tracciato delineato precisamente però questo ha forse soffocato i sentimenti veri che chi scrive dovrebbe trasmettere come un flusso o una trasfusione al personaggio, ai personaggi. Trattandosi di un fantasy ci si distacca dalla realtà con tutto quello che ne comporta ovvero lo stravolgimento di tutto e questo devo dire che ha appesantito ulteriormente la trama perché si è voluto spiegare tantissimo, tutto quello che c’era di diverso dal nostro mondo, come monete, storia, religione, geografia. È un libro di 462 pagine molto grandi quindi vuol dire che è fitto di nozioni mentre la storia in sé comunque è molto diluita. Come le emozioni. Ripeto non sto dicendo che non abbia apprezzato tutto il lavoro ma ho sentito troppo la mancanza di qualcosa di fondamentale. Inoltre c’è anche da dire che i fantasy come tali si assomigliano tutti, inevitabilmente sembra quasi che allontanandosi dalla realtà per avere qualcosa di diverso vanno a finire tutti nello stesso filone. Anche il tema della vendetta si può dire che è trito e ritrito soprattutto in ambito fantasy. Da lettrice comunque non mi sento neanche di dare soluzioni, lui ha scritto e sta allo scrittore essere un po’ più originale. Ok c’è tutta la questione della tenebra e degli animali nascosti nell’ombra, molto bene ma poi c’è anche un altro tema un po’ banale, l’identità vera di questa ragazza che non si sa che cosa è, perché solo lei riesce a giocare con queste ombre? Non sono poi riuscita a provare simpatia o empatia per lei anzi devo dire che ho spesso fatto il tifo per tutti i suoi nemici e l’ho trovata veramente insopportabile, e tutto quello che faceva lei mi risultava indigesto. Anche il fatto che abbia dedicato tutta la vita alla vendetta mi è sembrato patetico forse perché mancava la capacità di trasmettere quello che provava o forse perché sembrava quasi che non provasse niente, come se fosse un robot con questo programma che deve portare avanti. Perché poi è proprio questo che scatena tutta la storia, lei si vuole vendicarsi di chi le ha ucciso la famiglia e quindi parte e va nella scuola… Anche il fatto della scuola è banale: l’allenamento, l’addestramento, le lezioni… A me ha ricordato continuamente Harry Potter! Certo magari uno dice ma questo è più .... no, questo è meno. Ogni volta che venivano menzionate le lezioni e i battibecchi con i prof...le prove … Insomma troppe similitudini con il solito addestramento di quello che arriva che è il più scadente e poi ecco che è il migliore di tutti. Ovviamente però ci sono anche stato delle cose che mi hanno piacevolmente sorpreso con tutta la tresca di Ash. Non posso certo dire che sul finale avrei preferito che Cassius andasse avanti perché era interessante e mi è sembrata una sprecheria. Ho trovato veramente patetica la storia d’amore tra Mia e Tric, una lagna infinita anche lì, non sono riuscita a trovare niente tranne che la necessità di metterci questa avventura come se chi leggeva se l’aspettava e allora lo scrittore si trova è obbligato a scriverla anche perché era stato lui a farla aspettare a chi leggeva mettendo tutti gli indizi. Per quanto di solito mi piace fare l’elenco delle citazioni non sono riuscita a trovare delle frasi che mi abbiano intrigato tanto da segnarmele. Infine voglio fare un piccolo commento sul modo di scrivere. Anche proprio come inizia, per quanto è scritto in terza persona non è un narratore ignoto ma per quanto non l’abbia detto esplicitamente sembra che parli un personaggio tanto che fa anche delle esclamazioni di tanto in tanto, come per esempio quando dice “o figlie”! Ho trovato pesanti le innumerevoli note del narratore e tutta la necessità dello scrittore di creare un modo di parlare addirittura di gesticolare proprio. Questo narratore si differenzia dallo scrittore e alla fine non si presenta. Uno potrebbe pensare che si tratta di Tric però… Speriamo di no perché sarebbe anche più patetico. Certo è un’idea per movimentare un po’ lo scorrimento della lettura ma spesso questo narratore risulta antipatico per quanto cerca di fare il simpatico.

    Sono stata un po’ ipercritica, lo ammetto, ma questo è un punto che va sicuramente a favore del libro dato che apprezzo enormemente chi mi permette di ragionare e valutare argomentando quello che leggo. Non mi resta che passare senza soluzione di continuità al secondo volume. Per quanto riguarda le stelle ne metto due, una per l’impegno e la precisione che dimostrano un lavoro grandioso e un’altra per avermi permesso di proseguire verso il secondo volume convincendomi che comunque ne vale la pena. Per ora basta così.

    E questo è stato il commento proprio a caldo ora analizzo alcuni punti che mi sono segnata durante la lettura.

    Ho notato alcune somiglianze con Il trono di spade Harry Potter Karate Kid Lo Hobbit Dungeons and Dragons Pagemaster - L'avventura meravigliosa

    Sicuramente si è ispirato a queste “saghe” forse è proprio questo che l’hanno indotto a scrivere ma che sicuramente hanno lasciato lo zampino in molte parti. Forse potrà sembrare strano che considero Harry Potter una fonte di ispirazione per una storia come questa che potrebbe sembrare molto lontana ma in realtà mi sembra quello più vicino soprattutto per questi fattori:

    Una scuola di magia Professori positivi e professori negativi Compagni di classe amici e altri nemici Riscatto finale Segreti sul proprio passato Un potere innato La perdita dei genitori Un nemico potentissimo Animali amici

    Il libro si presenta pieno di contenuti da ragionare che vengono affrontati con un linguaggio scurrile e sfrontato. L’alto livello di complessità di tutto il contorno storiografico, geografico, linguistico e sociologico nasconde la banalità della trama che si risolve solo con poche parole: allenarsi per vendetta.

    Ho trovato molto interessante tutta la vicenda dei tre soli che roteando nel cielo per così dire solo raramente concedono la vera notte definita Verobuio (ogni due anni e mezzo o anche tre) mentre ogni altra notte a causa della presenza di uno o due soli viene chiamata Illuminotte.

    Direi che questa parte è la più fantasiosa e geniale per il resto tutto ciò che viene introdotto risulta veramente troppo puntiglioso dato che abbiamo un nuovo mondo fatto di: Divinità Sistema temporale Geografia Storia Razze Lingue Usi e costumi Modi di dire Tutto ciò rende la storia molto lontana da noi lettori terrestri e chi racconta si preoccupa a volte di spiegarci solo che va a finire che spiega cose ininfluenti come che la storia del passato e molto spesso abbiamo dei commenti spiritosi in calce. Così che ci si perde in inutili descrizioni di scene che comunque sono solo di contorno alla vera trama per non parlare poi delle innumerevoli note a fondo pagina totalmente inutili e solo degne di appesantire il tutto.

    Molto intrigante l’Umbragatto ovvero questo animale fatto di ombre amico di Mia che spesso assume la forma di un gatto che si nasconde nella sua ombra. Non mi è piaciuto affatto il nome (Messer Cortese) E penso che abbia ridotto di molto il suo fascino. Notevole l’idea che questo gatto di ombre si nutre della paura della ragazza rendendola più temeraria.

    La storia sembra priva di sentimenti non tanto quelli dei personaggi ma quelli dello scrittore che sembra aver preso un manuale del perfetto costruttore del libro e si stia cimentando nella stesura di una trama articolata, molto dettagliata ma senza passione. I personaggi non hanno nulla a che vedere con lui e sembrano perfettamente studiati per essere simpatici. Anche il modo di narrare molto (troppo) spiritoso con me ha sortito un effetto opposto e più cercava di essere simpatico più mi stava antipatico.

    Quando Mercurio salva la piccola Mia dai teppisti strada è la stessa scena di Karate Kid (vecchio o nuovo, c’è in entrambi). Quando ho visto che Mia era attaccata da tre me lo aspettavo che sarebbe arrivato Mercurio a salvarla, proprio come in quel film, paro paro. E se poi vogliamo dirla tutta anche il seguito è della stessa pasta, lei che si fa addestrare dal vecchio maestro.

    Quando raggiungono le montagne per entrare nella Chiesa Rossa sembra proprio quella parte de lo Hobbit in cui devono trovare la porta giusta da scassinare che si rivela solo se si fanno determinate cose.

    L’arrivo in una nuova scuola è proprio come Hogwarts tanto che sembra la costruzione di una storia da manuale.

    Tutta la questione delle maschere facciali e del fatto di assumere un'identità neutra dimenticandosi del proprio aspetto è lo stesso concetto di tutta quella parte su Il trono di spade relativa ad Aria in cui anche lei veniva istruita sia nel combattere ma anche nel diventare nessuno e andava ad indossare facce di altri per assumerne l’aspetto soprattutto dopo aver rinunciato al suo nome e a quello che era. Il tempio dove Aria si addestrava aveva le pareti piene delle facce di chi era stato ucciso e guarda caso anche le pareti della cosiddetta tessitrice della scuola di Mia mostrano una medesima collezione.

    Mia è capace di avvolgersi nell’ombra e tutto ciò ricorda molto il mantello dell’invisibilità di Harry Potter. Sembra un miscuglio di Harry Potter and dungeons and dragons, in cui si vuole mettere un po’ di originalità. Le lezioni mi fanno troppo pensare a Hogwarts solo che si cerca di renderle macabre ma il tutto è costruito a puntino, nulla è lasciato alla passione, al caso o all'originalità

    La morte dei topi dell'avvelenatrice fa veramente schifo quasi peggio di quando hanno ucciso il gatto di Mia, ignobili scene che mi fanno solo disprezzare il libro.

    Come Piton aveva come studente protetto Malfoy così la nemica di Mia ovvero Jess ha un professore che la stima e e che allo stesso tempo odia Mia (Solis).

    La biblioteca e il relativo bibliotecario mi hanno subito riportato alla mente un film non mi è più capitato di vedere dagli anni 90 ma leggendo questo libro mi è saltato subito in mente: Pagemaster - L'avventura meravigliosa. Se l’avete visto sapete di cosa sto parlando, biblioteche particolari in cui succedono cose straordinarie in cui il bibliotecario è davvero interessante....

    Ovviamente non poteva mancare una scontata, banale e inutile love story. Dato che i protagonisti sono essenzialmente due, un maschio e una femmina, si sapeva già nello stesso momento in cui si sono incontrati che…I pezzi in stile After sono decisamente patetici e troppo dettagliati. Dato che non avevo mai percepito questi personaggi come vivi e i loro sentimenti non mi sono stati ben presentati non sono neanche riuscita a capire che cosa si spingesse a stare insieme se non per un progetto narrativo.

    Il fatto che la luce dell’amuleto bruci Mia mi ricorda molto Voldemort e come veniva bruciato dal tocco di Harry perché aveva l’amore in sé. Così al contrario l’oscurità dentro Mia la rende intollerante agli oggetti di luce.

    Il figlio del console nemico di Mia ha 7 anni e viene mandato nella legione. Quando la famiglia di Mio è stata distrutta lei aveva un fratello appena nato… O forse aveva un anno… Sono passati sei anni…ovviamente è il fratello di Mia, mi sono detta non appena l’ho letto, spero che comunque ci abbia fatto apposta a rendere tutto così scontato. Ho trovato infatti inutile che alla fine abbiano detto a Mia che il fratello era vivo… Non ce n’era bisogno!

    Alla fine del cosiddetto anno scolastico ci sono le prove finali e anche qui mi ricorda molto quello che succedeva a Hogwarts. Stessa atmosfera solo che qui ci sono solo tre materie: Verità / pozioni Canti / combattimento Tasche / taccheggio Maschere / seduzione

    Chi si piazza al primo posto passa direttamente alla prova finale E ovviamente su pochi personaggi presi in esame sono tutti quelli che riescono vittoriosi: Mia: verità Tric: canti Zitto: tasche Ash: maschere

    Mia inspiegabilmente non riesce a uccidere un innocente per diventare una cosiddetta Lama (Un sicario ufficiale della Chiesa Rossa) e ci si chiede come mai a questo punto dopo che abbiamo saputo che aveva fatto un massacro improvvisamente non riesce a fare una cosa che le garantirebbe la vendetta. Così improvvisamente non riesce a fare l’ultimo passo e viene rispedita a casa. Quando torna a casa tutto è chiaro anche perché nelle pagine successive per la prima volta nella narrazione lei non è presente e vediamo la soluzione del mistero di sottofondo che spesso veniva dimenticato ovvero chi aveva ucciso il primo ragazzo all'inizio ? Ash e il fratello, due amici di Mia, hanno intenzione di uccidere tutti e buttano addirittura di sotto Tric (l’amore di Mia) Un’interessante capovolgimento anche se forse arriva un po' troppo tardi dopo più di quattrocento pagine di routine esasperante. Così è chiaro che l’improvviso e inspiegabile sentimentalismo di Mia è servito a salvarla dal capovolgimento della trama dato che il protagonista non poteva morire alla fine del primo di tre libri....

    Velocemente tutto rientra nei binari, Mia capisce che c’era qualcosa che non andava e vuole tornare per salvare le altri e io mi accorgo che come sempre durante tutte le pagine faccio il tifo per i cattivi e vorrei tanto che questa chiesa venisse distrutta e tutti i suoi abitanti uccisi.

    Jess, il Malfoy della situazione, accetta di allearsi temporaneamente con Mia e dopo un cambio di direzione della trama ritorna subito ad essere tutto scontato.

    Per quanto abbastanza spettacolare l'inseguimento con i cammelli sembra poco credibile, quando uno o una fanno fuori troppi nemici è difficile credere che possa succedere, possibile che sono tutti rincoglioniti gli altri? Inoltre più e più volte si è detto che erano i migliori soldati ma invece di pensare che lei sia fortissima la scena sembra invece improbabile.

    Schifo totale per come vengono trattati i cammelli e per quanti ne sono stati uccisi in una carneficina orribile, anche qui disdegno. Ad ogni modo troppo lunga e noiosa la battaglia finale che come tutte le battaglie crea caos mentale essendo poco visiva. Cassius era il personaggio più interessante, un capo della Chiesa che aveva lo stesso potere di mia di giocare con le ombre che penso che sia stato un errore farlo fuori e tenere tutti gli altri personaggi banali e patetici e soprattutto insopportabili. Dato che effettivamente Tric non è stato visto morire mi aspetto che venga fuori nel prossimo libro, come minimo è stato salvato nella caduta…

    Nell’epilogo Mia vendita Tric ed è diventata una lama. Il lupo di Cassius (Eclissi, questo sì che è un nome!) ora sta insieme a Mia e al suo gatto, entrambi nascosto nella sua ombra (un’idea che mi è piaciuta molto anche se non avevo apprezzato la morte di Cassius devo dire che questa svolta è perfetta. Il bibliotecario le ha trovato un libro scritto da una come lei che si chiama Cleo e che solo le sue ombre possono leggere. Mia inizia a leggere e scopre come una certa Luna sia caduta proprio dove sorge la sua città che effettivamente si chiama Godsgrave ovvero la tomba della divinità....

    View Full
  • angel-apologize
    27.10.2020 - 6 monts ago

    E quando mi chiedono chi sono, io ancora non lo so.

    Credevo di saperlo.

    Ma poi mi guardo e vedo troppe cose.

    C'è un po'di rock e ribellione, poi c'è il soft, l'amore per l'Arte e le cose belle, un carattere tosto e puntiglioso, ma anche tanto fragile e leggero.

    Forse ha ragione quel cantante, quando dice: Siamo mille universi dentro una sola persona.

    View Full