#diario Tumblr posts

  • Jsjsjs

    Hoy mi gfecita me hizo reír mucho xD

    Se puso a perseguirme con la amenza de hacerme cosquillas xd

    ( no saben lo alegre que me senti,pese a que nunca me alcanzó yo me reía mucho)

    Es sorprendente lo feliz que puede ser uno con este tipo de acciones

    Amo a mi madre <3

    A por cierto soy un wey de 22 años xD

    View Full
  • Querido L, dous anos xa desde aquel funesto día no que nos deixaches. Repaso a miña traxectoria vital desde aquel momento, e canto cambiei, mais tanto cambio non me valeu máis que para volver ao mesmo punto de saída. Se che contara as cousas que fixen na túa ausencia, moitas non as crerías, aínda que, ben pensado, ti seguramente as creras. Por iso te boto tanto en falta.

    View Full
  • Resoconto Giorno 63


    Sveglia alle 07:30. Ho sonno, tantissimo, fa abbastanza freddo. Ho sognato Robb per la seconda notte di seguito. Zero incubi.

    Stamattina sono stata a Sorrento con Babbo per una causa civile in tribunale. Ci siamo messi in macchina alle otto e mezza e abbiamo fatto colazione al solito bar. Al primo morso al cornetto ad albicocca mi sono sentita in paradiso… non lo mangiavo da così tanto tempo.

    Dopo la colazione ci siamo rimessi in macchina, ho fatto da navigatore e siamo arrivati a Sorrento alle dieci e mezza dopo essere stati bloccati mezz’ora in un tratto autostradale per via di uscite chiuse a causa di manifestazioni. Appena giunti a Corso Caulino non ho potuto non fare un video alla costiera. Non vedere il mare da un mese e non toccarlo e quindi viverlo da più di un anno mi rende particolarmente vulnerabile. Ho fatto un video di trenta secondi e per il resto del viaggio non ho fatto altro che guardare fuori dal finestrino. C’è stato un tratto in cui l’orizzonte non era ben definito e non riuscivo a stabilire la fine del mare e l’inizio del cielo; è stato mozzafiato. Poi le pareti rocciose e le montagne sulla sinistra con quelle abitazioni apparentemente piccole e molto colorate… insomma, ho avuto la meraviglia in volto per tutto il tempo!

    Appena arrivati a Sorrento abbiamo fatto sosta in un bar per bere qualcosa e usufruire del bagno; poi in tribunale. Devo dire che mi aspettavo più controlli e ordine. Quando abbiamo terminato abbiamo fatto giusto un giretto a piedi e poi di nuovo in macchina per tornare a casa. Siamo arrivati a casa all’una meno un quarto e ho subito messo a fare la pasta e a sistemare casa dato che mia sorella in mia assenza non ha riordinato nulla. Dopo pranzo mi sono lavata e ho riposato a letto prima di iniziare il turno lavorativo. Ho dormito mezz’ora, distrutta. Alle quattro ho iniziato il turno e appena tornata a casa ho subito infilato il pigiama e i calzini caldi caldi che chiamo scoobydoo da che ho memoria, non so perché.

    Per cena abbiamo ordinato dal Mc e mi sono letteralmente consolata. Mi è salito un nervosismo che necessitavo addentare qualcosa di buono… anche se non mi è passato.

    Ho parlato con Robb e con Vitto di cose diverse, mi sono distratta e divertita. Da quando ho dimenticato le cuffiette a casa di Imma e non ne ho un paio di riserva mi mancano troppo le canzoni che mi mandava Robb prima di andare a dormire per farmi dormire meglio.


    Fiducia: atteggiamento, verso altri o verso sé stessi, che risulta da una valutazione positiva di fatti, circostanze, relazioni, per cui si confida nelle altrui o proprie possibilità, e che generalmente produce un sentimento di sicurezza e tranquillità.


    28 Ottobre

    View Full
  • Si tú sabes que estoy aquí es porque he venido a buscarte No te acobardes, no Que esta noche estoy bonita para vos Háblame como si me conocieras Y fuera la última noche que tuvieras Hacer tantas cosas quisiera Bailemos como locos los dos, como si nadie nos viera

    View Full
  • Sigaretta 64

    Buon compleanno.

    Questo coronavirus ha reso meno maro questo mio compleanno, poiché senza di esso comunque l'avrei passato da solo.

    Prova a tirare le somme di quest'anno.

    Pro

    Sono vivo

    Contro

    Una vita di merda. Soprattutto ( ma va là) in amore.

    Ci sono più possibilità che lo spezzia quest'anno vinca lo scudetto che una ragazza mi noti. Ma va beh, ormai non ci spero minimamente quindi sti cazzi.

    Per il resto, ho una famiglia meravigliosa che di questi tempi non è niente male.

    Poi la Juve ha perso, ho quasi menato una punkabestia con i rasta. Poteva andarmi peggio.

    P.s.

    Sono 28 anni, cazzo sono passati 10 anni dal diploma.

    Nostalgia canaglia con un canzone tamarrissima.


    image

    Originally posted by jaropener19

    View Full
  • Colazione: Latte 200ml (70kal) con biscotti vegani 25g (112kal)
    Pranzo: Ceci 100g (165kal)
    Spuntino: 1 Galletta di riso (30kal) con Nutella 10g (58kal)
    Cena: Pasta 50g (70kal) con Fagioli 10g (9kal)
    Post cena: Latte 200ml (70kal) con Biscotti vegan (112kal)
    Bruciato: 102kal
    Totale ingerito: 696kal
    Totale assunto: 594kal

    Sono triste, sono inutile, voglio sparire, voglio dormire per sempre. Nessuno comprende la mia tristezza, sanno solo dirmi “dai su, poi passa, non ci pensare” e vorrei solo urlare che è impossibile non pensarci, perché è il mio unico pensiero, è la mia unica tortura, non riesco a respirare per quanto mi opprime. Non faccio altro che pensare a come morire, a come potrei buttarmi giù, controllare quali altri farmaci entrano in casa per poterne rubare un po’ e potermi finalmente uccidere. Non riesco a vivere, ho male alla testa per quanto fa male tutta questa situazione, voglio solo sparire.

    View Full
  • Oggi è successo qualcosa di inatteso per me.

    Mentre prendevo un caffè con Ilaria, senza volerlo, nel parlare, son finito a raccontarle tutto un periodo difficile, il più buio che abbia mai avuto. Non che lei non ne fosse già a conoscenza di una parte, ma la novità è che sono stato in grado di raccontarlo dall’inizio alla fine, senza paure, senza esitazioni, senza balbettare, fidandomi di chi avevo avanti. E lei mi ha ascoltato in silenzio, a volte sorridendo, a volte diventando triste, ha ascoltato di quando mi è andato tutto male, di quando venendo qui ho iniziato a perdere tutto, avevo perso Erika, tante persone alle quali volevo troppo bene, non avevo messo in conto tutto questo e mi sono sentito solo, pur circondato di persone, ma non riuscivo ad essere più felice. E poi le ho raccontato che ho trovato voi per caso, sì, proprio voi che mi leggete, una famiglia nuova, inattesa, che mi ha ascoltato, ha letto di momenti dove io non sapevo più dove sbattere la testa, e io non sapevo nemmeno con chi accidenti stessi parlando, avevo paura di tutti e di raccontare quello che provavo, però sentivo che dall’altro lato c’era qualcuno, per pochi secondi o per ore non faceva differenza, ma questa sensazione mi aiutava tantissimo. Mi avete aiutato ad allargare questa famiglia anche nella vita reale, adesso c’è lei, ci sono tante altre persone di cui scrivo qui spesso, ho bussato ad ogni ufficio dell’azienda per cercare un aiuto che nemmeno loro sapevano di darmi. Senza manco accorgermene, ho tirato su una “comitiva”, persone alle quali mi sono legato in modo forte, dove non c’è Covid che tenga, pur di vederle sarei disposto a stare per strada e parlare dal balcone, come faceva quel ragazzo che ribattezzammo Stranamore. Quando mi ha detto “grazie a te adesso siamo un gruppo” ho fatto fatica a trattenere le lacrime, non mi ero mai reso conto di questa cosa, volevo solo guarire dal mio dolore e invece ho aiutato gli altri a stare insieme. Nella strada che separa il suo ufficio al mio ho camminato pianissimo, incredulo, mi chiedevo come fosse stato possibile che potessi raccontare del vuoto nel quale ero precipitato con una sorprendente leggerezza. Non mi illudo, tutto questo mi ha insegnato che potrei inciampare tra 5 minuti, che magari il prossimo lockdown tedesco potrebbe essere il prossimo ceffone, ma non so, è come se sentissi che adesso ho una mappa che mi può aiutare a trovare la strada di casa. In un modo o in un altro, non mi sento più solo.

    View Full
  • so tired of this narrative please take me out

    View Full
  • Appuntamento con la psicologa

    Per la prima volta dopo tanto sono andata dalla psicologa, dopo mesi e mesi di paranoie sul farlo o no… E finalmente ho parlato dei miei problemi col cibo. Mi ha consigliato una nutrizionista e la cosa mi mette un po’ ansia, dovrò cercare di accettare questa cosa…

    Poi boh per sta storia ho già litigato coi miei, non ne ho ancora parlato apertamente ma non la accetteranno… Già mi mettono agitazione.

    E comunque si, lei crede che io abbia un disturbo alimentare di tipo anoressico, ma faccio davvero fatica ad accettarlo…

    ~ 28/10/20

    View Full
  • Soñé que estaba con W, Viviana y Rodrigo en un parque parecido al Metropolitano, estábamos en una parte escondida donde había unos edificios destruidos y una serie de casitas muy pequeñas en obras negras, entrábamos a una y bromeábamos con que podíamos vivir ahí y ser vecinos de nuevo, las casas apenas tenía un cuarto y un baño.

    Al salir veíamos a unos chicos que quemaban una hoguera en un barril, uno de ellos se acercaba a nosotros y nos invitaba a seguirlo a una especie de comuna donde había mayormente hombres que parecían maleantes, cultivaban montón de plantas de todo tipo y tenían equipo de laboratorio en tiendas y mesas improvisadas. Llegábamos al fondo de su campamento y a lado de una casa rodante en malas condiciones tenían un montón de postes delimitadores (o Unifilas como los de mi trabajo), el hombre me los ofrecía en venta en 700 pesos y pico (yo los vendo en 862 + IVA), me quedaba meditando en el negocio y accedía en comprar algunos, de repente mi auto estaba ahí y él marcaba un número grande con pintura. W, V, R solo me seguían.

    View Full
  • image

    •••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••


    ~A volte parlo da solo.

    Mento.

    Lo faccio spesso.

    Mi racconto tante cose, mi dico che mi amo e di avere bisogno solo di me stesso.

    Ed è la verità.

    Ho allontanato quasi tutti; troppo rumore, troppe cazzate, tanti occhi che non vogliono vedermi nudo.

    E un giorno avrò solo me, i pochi e veri amici e il respiro che inizia quando c'è Lui.

    Lui lo sogno spesso.

    Siede nel mio giardino, accarezza i fiori e l'erba accarezza lui, quasi lo abbraccia.

    Mi dice che non sono, non sarò mai solo.

    Me lo sussurra mentre bevo dal suo calice, cogliendo un fiore e accarezzandomi con i petali che mi ricordano dell'eternità.

    I fiori sono eterni.

    Come le farfalle.

    La loro bellezza non invecchia mai.

    << Hai trovato la terra in cui fiorire.>>

    mi dice.

    Io sorrido, sono pronto.

    E so di non essere solo. ~


    Un pezzo della mia vita. Vostro, Paim.

    View Full
  •  Il lavoratore che assolve il dovere sociale senz’altra speranza che un pezzo di pane e la salute della propria famiglia, ripete ogni giorno un atto di eroismo. La gente che lavora è infinitamente superiore a tutti i falsi profeti che pretendono di rappresentarla. I quali profeti hanno buon gioco per l’insensibilità di chi avrebbe il sacrosanto dovere di provvedere.

    View Full