#dimezzate Tumblr posts

  • sauolasa
    22.06.2021 - 1 mont ago

    Elezioni "dimezzate" in Etiopia: non si vota nel Tigrè, favorito il premier Abiy Ahmed

    Urne aperte in Etiopia, per le elezioni legislative. Ma in un quinto del secondo paese più popoloso dell'Africa non si vota per motivi di sicurezza. Niente elezioni nella tormentata regione del Tigrè. E il Partito della Prosperità del primo ministro Abiy Ahmed potrebbe confermarsi al governo

    #dimezzate #Elezioni in Etiopia: non si vota nel Tigrè #favorito il premier Abiy Ahmed News | Euron
    View Full
  • sauolasa
    21.06.2021 - 1 mont ago

    Elezioni "dimezzate" in Etiopia: non si vota nel Tigrè, favorito il premier Abiy Ahmed

    Urne aperte in Etiopia, per le elezioni legislative. Ma in un quinto del secondo paese più popoloso dell'Africa non si vota per motivi di sicurezza. Niente elezioni nella tormentata regione del Tigrè. E il Partito della Prosperità del primo ministro Abiy Ahmed potrebbe confermarsi al governo

    #dimezzate #Elezioni in Etiopia: non si vota nel Tigrè #favorito il premier Abiy Ahmed News | Euron
    View Full
  • sauolasa
    18.11.2020 - 8 monts ago

    Trump va avanti, da gennaio quasi dimezzate le truppe USA in Afghanistan

    Donald Trump vuole mantenere la sua promessa di mettere fine alle "guerre infinite" americane. Da metà gennaio 2021 i militari USA in Afghanistan passeranno da 4500 a 2500 e in Iraq da 3000 a 2500. Critiche in patria e dalla Nato per il rischio di lasciare campo libero ai terroristi

    #Trump va avanti #da gennaio quasi dimezzate le truppe USA in Afghanistan News | Euronews RSS
    View Full
  • sauolasa
    06.04.2020 - 1 year ago

    Covid-19, pesca in crisi: uscite dimezzate e fatturato in crollo

    1

    #Covid-19 #pesca in crisi: uscite dimezzate e fatturato in crollo News | Euronews RSS
    View Full
  • onlinealetheia
    22.07.2021 - 2 weeks ago

    Bologna, "HIV, parliamone": al via la campagna estiva di sensibilizzazione

    Bologna, “HIV, parliamone”: al via la campagna estiva di sensibilizzazione

    Salute. “HIV, parliamone”: al via la campagna estiva di sensibilizzazione del Servizio sanitario regionale a cura di HelpAids. In Emilia-Romagna sono sempre meno le persone che contraggono l’infezione: quasi dimezzate nell’arco degli ultimi dieci anni. L’assessore Donini: “Fondamentale tenere alta la guardia, contrastando la disinformazione” Dalla penna di Pat Carra, fumettista, umorista e…

    View On WordPress

    #"HIV#Bologna #parliamone": al via la campagna estiva di sensibilizzazione
    View Full
  • la-rampa
    21.07.2021 - 2 weeks ago

    Covid, l'associazione direttori centri commerciali: "No al green pass"

    #Covid, l'associazione direttori #centricommerciali: "No al #greenpass"

    “Green Pass. Una grana francese esportata in Italia, una grana che rischia di complicare la ripresa del settore strategico del terziario dopo i vari lockdown e le aperture dimezzate e\o singhiozzo”. Così, in una nota stampa, il vicepresidente dell’associazione dei direttori dei centri commerciali, Gaetano Graziano: “Da alcuni mesi stiamo respirando e recuperando il terreno perduto dando anche una…

    View On WordPress

    View Full
  • lenostrenotizie
    19.07.2021 - 2 weeks ago

    Vaccini, Gimbe: "Nel terzo trimestre avremo dosi dimezzate"

    Vaccini, Gimbe: “Nel terzo trimestre avremo dosi dimezzate”

    Attualmente si stanno somministrando “soprattutto seconde dosi mentre le prime sono solo 100mila al giorno” e “nel terzo trimestre avremo 45 milioni di dosi, numero dimezzato” rispetto al previsto”. Ad analizzare l’andamento della campagna vaccinale anti Covid è stato Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, ai microfoni della trasmissione L’Italia s’è desta su Radio Cusano Campus.

    View On WordPress

    View Full
  • ansaemiliaromagna
    29.06.2021 - 1 mont ago

    Sos siccità in E-R, Cer: Piove meno che in Israele

    Canale Emiliano Romagnolo: 'Da inizio anno piogge dimezzate' https://ift.tt/3y1Yxh4

    #RSS di Emilia-Romagna - ANSA.it Emilia-Romagna
    View Full
  • derearchiviatoria
    24.06.2021 - 1 mont ago

    Teatro del mondo Venice, Italy 1979–1980 Aldo Rossi (1931–1997) Recentemente ho progettato il teatrino scientifico come luogo della pura rappre­sentazione: un palco, delle scene prospettiche, degli oggetti scenografici. Questo teatro era indifferente alla sala, non creava uno spazio teatrale, come i teatrini dell’infanzia che la ponevano in una sala qualsiasi e dove architettonicamente si trattava solo di una sezione di un possibile edificio. Così le case, i palazzi , le chiese rimaste dimezzate dai bombardamenti aerei del dopoguerra nelle città d’Europa mostravano la vita pubblica o privata come uno spettacolo. Differentemente il progetto per il teatro del mondo o chiamiamolo per questo teatro veneziano si caratterizza da tre fatti, l’avere uno spazio usabile preciso anche se non precisato, il collocarsi come volume secondo la forma dei monumenti veneziani, essere sull’acqua. Appare evidente come essere sull’acqua sia la sua caratteristica principale, una zattera, una barca: il limite o confine della costruzione di Venezia. Non so se e come questo teatro o teatrino veneziano sarà costruito ma esso crescerà nei miei e negli altri disegni perché ha come un carattere di necessità: la sua limi­tata capienza permette sa possibilità di spettacoli diretti, di tipo vano e soprattutto come luogo centrale della città. La sua struttura non poteva che essere in legno e non certo solo per il tempo della costruzione, che il legno è materiale solidissimo e forte, nel tempo. Ma perché è legato all’architettura di questo teatro non in un senso funzionalistico, (anche e certamente), ma perché esprime questa architettura; le barche di legno, il legno nero delle gondole, le costruzioni marinare. Nel Maine sulla costa settentrionale americana vi sono ancora meravigliose e altissime costruzioni di legno, gli antichi fari, la lighthouse che è più propriamente la casa della luce che osserva ed è osservata. Infine il teatro, stabile o provvisorio era una grossa opera di carpenteria appena mascherata, dagli ori e dagli stucchi. Queste sono le poche note su un mio progetto indipendenti dalla possibilità della sua costruzione e dal suo uso. Ma certamente non indipendenti da una costruzione veneziana, da un modo di progettare che cerca solo nel reale la fantasia. Aldo Rossi

    View Full
  • realnews20
    21.06.2021 - 1 mont ago

    Coronavirus, i dati - 495 contagi con 81mila tamponi: tasso di positività stabile allo 0,6%. Altre 21 vittime. Tre regioni con zero casi - Il Fatto Quotidiano

    Coronavirus, i dati – 495 contagi con 81mila tamponi: tasso di positività stabile allo 0,6%. Altre 21 vittime. Tre regioni con zero casi – Il Fatto Quotidiano

    Calano decisamente, come di consueto nel corso del fine settimana, i nuovi contagi da coronavirus in Italia. Rispetto a ieri, le persone risultate positive al Covid sono quasi dimezzate, passando dalle 881 del bollettino di domenica alle 495 contenute nel report di oggi diffuso dal ministero della Salute. Parallelamente, anche il numero di tamponi effettuati […] Sorgente: Coronavirus, i dati –…

    View On WordPress

    View Full
  • sigaretteevinorosso
    01.04.2021 - 4 monts ago

    Visto che sono a casa e non devo cucinare, probabilmente mangerò un quantitativo di calorie consono per me, visto che in questo periodo le ho dimezzate perché non riuscivo a mangiare, ma mi tocca fingere che vada tutto bene. Anche se credo che diventerei ossessiva se mettessi su anche un solo kg in più.

    Detto ciò:

    HO CHIESTO LA CARBONARA ALLA BADANTE UCRAINA PER DOMANI A PRANZO.

    Ripeto CARBONARA + BADANTE UCRAINA

    Nel dubbio, prenoto un viaggio per Roma a fine luglio sperando di poter viaggiare tra regioni a quel punto per mangiarmi una carbonara. Aspetto con ansia quel momento.

    View Full
  • osappleobeneduci
    17.03.2021 - 4 monts ago

    POTENZA - Punizioni illegali nel carcere di Melfi

    POTENZA – Punizioni illegali nel carcere di Melfi

    Il Tribunale di sorveglianza di Potenza censura la repressione delle rivolte di marzo 2020. Dimezzate le ore d’aria a tutti, anche se i responsabili sono stati trasferiti altrove. Dopo le rivolte degli inizi di marzo contro le restrizioni anti covid 19, quella andata in scena nel carcere di massima sicurezza di Melfi è stata una repressione illegale, che si è tradotta nella detenzione «in…

    View On WordPress

    View Full
  • televaltiberina
    13.03.2021 - 4 monts ago

    “Effetto Covid” anche sugli oggetti smarriti. Dimezzate le denuncia all'ufficio di polizia municipale

    “Effetto Covid” anche sugli oggetti smarriti. Dimezzate le denuncia all’ufficio di polizia municipale

    “Effetto Covid” anche sugli oggetti smarriti. Da quando è esplosa la pandemia, dal marzo 2020 a distanza di un anno esatto sono stati 55 gli smarrimenti segnalati via mail o direttamente al Front- Office della Polizia Municipale situato nel loggiato Gildoni, dove ha sede l’Ufficio Oggetti Smarriti: il cinquanta per cento in meno rispetto a quelli accertati nel 2019. I ripetuti lockdown, le…

    View On WordPress

    View Full
  • solo-stef
    09.03.2021 - 4 monts ago

    Oggi è la FESTA DELLE DONNE.

    Pure se te l’eri scordato, appena apri i social ti si rinfresca subito la memoria.

    Oggi i post sui social si dividono in tre categorie:

    - Categoria: CATALOGO DEL VIVAIO

    Foto de rose, mazzi de fiori che brillano, meme de mimose (che è pure un ottimo sciogli lingua).

    In genere vengono usati da chi ha superato i 50 anni o da chi non ha superato l’esame di terza media.

    - Categoria: UTERO POWER

    Post che ricordano ai più, il vero intento di questa data, le lotte fatte ma soprattutto quelle ancora da fare.

    Dentro quei post c’è lo stesso rancore che ce mette na signora cattolica de 70 anni quando vede a Sanremo Achille Lauro.

    In genere questi post vengono usati da Donne che si accorgono che nonostante gli appelli e le belle parole, in questa società non cambia mai un cazzo.

    Ps: questa categoria odia i memedemimose come Fedez e la Ferragni odiano il Codacons.

    - Categoria: GRAZIE DONNE

    Post di uomini che dicono dei Grazie a strascico cercando de non scrive cazzate ma puntualmente scrivono cazzate e vengono linciati dalla Categoria UTERO POWER a sassate de sensi de colpa, per essere poi consolati dalla Categoria CATALOGO DEL VIVAIO in cambio de una memedemimose.

    In genere questi post vengono usati da uomini che tentano disperatamente di capire loro, in questa storia, dove cazzo se devono mette.

    E qui arriviamo al punto.

    Oggi ero in fila dal fioraio per comprare dei fiori a mia moglie e a mia figlia.

    Insieme a me, una fila de altri ragazzi co la sudarella che cercavano de ricordasse quale fiore je piace alla fidanzata e se le mimose erano una cosa buona oppure cacca.

    In quel preciso istante ho capito che noi uomini, in questo giorno, non sappiamo come comportarci.

    E il perché è semplice:

    L’8 MARZO NON L’ABBIAMO CAPITO.

    Mai.

    A parole sì, non siamo poi così stupidi, ma nel pratico non sappiamo cosa fare.

    Il neurone dedicato, ce fa avanti e indietro in testa, come quelli che nell’anni 90 se impasticcavano in discoteca e ballavano co le colonne, pe poi tuffasse nudi sul divanetto e dì a tutti che avevano scopato.

    Questo ci succede in testa.

    La cosa più intelligente che siamo stati in grado di partorire in 50 anni, è stata quella de affrontà l’8 MARZO come fosse un RICHIAMO DE SAN VALENTINO.

    Na sorta de seconda dose de vaccino contro i sensi de colpa del patriarcato, che arrivano comunque, ma magari in forma più leggera e non contagiano gli altri.

    Il fatto è che il vero problema della questione, è sotto gli occhi di tutti.

    Se esiste l’8 MARZO è colpa nostra.

    Di noi uomini dico.

    Siamo noi la causa. Siamo noi il problema.

    Per questo non sappiamo cosa fare.

    Questione Femminicidio.

    Attualmente siamo la principale causa di morte delle donne, siamo leader di settore!

    Il nostro principale competitor è il tumore al seno.

    Ma se durante la GIORNATA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI TUMORI AL SENO uno se vestisse da Tumore e regalasse mazzi de rose alla fine delle maratone, sarebbe na cosa de buon gusto?

    Forse no.

    Noi, violenti o nolenti, rappresentiamo questa categoria.

    Voglio dire, è come se i leoni partecipassero alla FESTA DELLA GAZZELLA.

    Ma secondo voi come cazzo se dovrebbe comportà un leone alla Festa della Gazzella se il giorno prima se n’è magnate cinque?

    Sarebbe confuso no?

    Ma pure se non se l’è magnate lui ma il leone su cugino, permetti che alla gazzella je potrebbe comunque rode er culo?

    E allora il Leone, confuso, addolorato, per rimediare che fa?

    Baci Perugina. Of course.

    Che poi in tutto questo, il problema è proprio che molti di noi le considerano gazzelle in un mondo in cui noi ci siamo davvero convinti di essere i leoni, ma questo è un altro discorso.

    Comunque tutto sommato pensi che tu non hai fatto mai male a nessuno e mai lo farai, e alla fine i Baci Perugina so boni, soprattutto quelli al caramello.

    Giusto.

    Quello che è ingiusto allora, è vivere in una dimensione di colpevoli indiretti.

    Che poi indiretti.

    Diciamocelo...

    Il femminicidio è la punta di un’iceberg ben più grande.

    È il ciuffo di Malgioglio in un mondo di acconciature del cazzo.

    Posti di potere esclusivamente maschili, paghe dimezzate, maternità, doveri decisi da chissà chi.

    Per dirla uso Jovanotti:

    “Io credo che a questo mondo esista solo una grande chiesa

    che va dal divieto d’aborto e arriva fino alla donna stesa,

    passando per le violenze che ancora oggi giustifichiamo

    fino a tutte le religioni che vietano cose come ha fatto il Vaticano.”

    E in questa “chiesa”, religiosi o non praticanti, ci siamo passati tutti, anche semplicemente ignorando la questione.

    E tutto questo ahimè, non ha niente di indiretto.

    Che ci piaccia o no.

    Ma certo, la colpa e il dolore sono difficili da metabolizzare.

    Non se sopportano.

    Allora semplifichiamo:

    l’8 Marzo chiamiamolo FESTA e mettemose in fila davanti ai fiorai coi cioccolatini in mano, come se fosse er compleanno de qualcuno.

    Così tutti sanno come comportasse e non se confondono.

    Ma quindi, alla fine de tutto, sti fiori li potemo regalà o no?

    Sì, secondo me i fiori li possiamo regalare.

    Ma non per dire grazie.

    Per chiedere scusa.

    ( di Emiliano Luccisano)

    View Full
  • pier-carlo-universe
    07.03.2021 - 4 monts ago

    È ora di prendere sul serio il cambiamento climatico

    È ora di prendere sul serio il cambiamento climatico

    Se pur migliorati, gli attuali impegni dei diversi Paesi per combattere il cambiamento climatico non sono ancora in linea con le indicazioni della comunità scientifica. È quanto emerge dal report NDC Synthesis Report, lanciato pochi giorni fa dall’Onu.Secondo gli scienziati, le emissioni globali dovrebbero essere dimezzate entro il 2030 e annullate entro metà secolo, mentre il report rivela che…

    View On WordPress

    View Full
  • giuseppe-carta
    06.03.2021 - 4 monts ago

    ControVerità: La strage a cui non si è voluto credere

    Sotto effetto ipnosi-paura, le famiglie sono state aggredite e dimezzate. Vani sono stati gli appelli, la grancassa dei media è stata troppo precisa, inutile qualsiasi verità non strumentale alle uccisioni in atto. Ora il problema potrà essere per i vaccini sperimentali… Auguri a chi li farà

    View On WordPress

    View Full
  • pier-carlo-universe
    22.02.2021 - 5 monts ago

    Vaccini Covid, potrebbe produrli l'Esercito? "Obiettivo possibile per i siti della Difesa. Ci sono capacità e potenzialità" 

    Vaccini Covid, potrebbe produrli l’Esercito? “Obiettivo possibile per i siti della Difesa. Ci sono capacità e potenzialità” 

    – Il Fatto Quotidiano La campagna vaccinale procede al ritmo imposto dalle consegne dei fornitori: Moderna, Pfizer, AstraZeneca. Il ritardo, in alcuni casi, è notevole, rispetto ai programmi previsti all’inizio della campagna: 28 milioni di dosi attese, per il primo trimestre, dimezzate oggi, realisticamente si arriverà a 14 milioni di dosi per il primo trimestre. Qualche regione sta provando…

    View On WordPress

    View Full
  • kon-igi
    19.02.2021 - 5 monts ago

    Ciao! Premetto che sarà una domanda posta da completa ignorante in materia. Settimana prossima mi sparano la prima dose di Pfizer, oggi ho letto la modulistica necessaria e parla di “seconda dose consigliata a partire da 21 giorni”. Ma se è vero che la prima siringa offre già una buona copertura, non si poteva prima vaccinare con una dose un più ampio numero di persone e poi, tra sei mesi quando la maggior parte di noi l’avranno ricevuta, organizzare il richiamo per tutti? Mi rendo conto che ci sono mille varianti di cui non sono a conoscenza e che senza dubbio son state prese in considerazione dagli esperti di settore, ma è una curiosità banale che è sorta spontanea. Ciao 🙂

    -------------------------------------------------------------------------------

    (19/02/2021)

    I problemi sono principalmente due: logistico e immunologico.

    Banalmente, vaccinare più persone possibile con tutte le ‘prime dosi’ a nostra disposizione potrebbe anche andare tecnicamente bene (si è visto che con Pfizer e Moderna si raggiungono livelli di immunità da seconda dose già a 7-10 giorni già dalla prima) ma... cosa succede se non arrivano le secondi dosi? (senza scomodare il complotto di BigPharma che tiene in ostaggio il mondo)

    E qua arriva il secondo problema.

    Mentre con Astrazeneca sono state tentate tutte le combinazioni possibili (mezza dose, un quarto, seconda dose a 21, 28 etc) con Pfizer e Moderna non sappiamo cosa succede se la seconda dose dovesse essere somministrata oltre la deadline dei 21 giorni.

    Infatti l’efficacia di un vaccino non si misura solo dalla ‘quantità’ di risposta anticorpale delle IgG Anti-Sars-CoV2 (Unità Arbitrarie per ml... AU/ml) ma da quanto queste IgG permangano a lungo nel nostro organismo (in realtà per quanto tempo vengano prodotte con la codifica specifica per riconoscere la Proteina Spike del coronavirus).

    Potremo scoprire che passato un tot di tempo tra la prima e la seconda dose, le IgG si azzerano e la seconda dose dovrebbe rifare il lavoro di immunizzazione tutto da capo... oppure scoprire che se fai la seconda dose dopo quattro mesi sei protetto al 100% per un tempo indefinito.

    CHI LO SA?

    Per adesso nessuno, visto che questo vaccino non è nemmeno 2 mesi che viene inoculato sulle milioni di persone necessarie a capire come diamine reagisca il nostro sistema immunitario.

    Una cosa, però, te la posso dire con ragionevole certezza...

    Tra un anno ci ritroveremo tutti qua a commentare con stupore quanto siano cambiate le modalità di somministrazione, con dosi dimezzate o portate a un quarto, tempi dilatati enormemente tra la prima e la seconda dose, melange di vaccini diversi, vaccini nuovi, magari somministrati per via nasale, e... vaccini abbandonati perché non ritenuti sufficientemente efficaci nel lungo periodo.

    Ho appena messo una sveglia a 365 giorni sul mio cellulare.

    (e a 10 anni per la prossima pandemia ma quello è un altro discorso)

    View Full
  • tifatait
    03.02.2021 - 6 monts ago

    Video- Cure domiciliari dimezzate dall'Asl Salerno. L'esasperazione di Nadia, la mamma di Christian: "Siamo abbandonati" | www.italia2tv.it

    Video- Cure domiciliari dimezzate dall’Asl Salerno. L’esasperazione di Nadia, la mamma di Christian: “Siamo abbandonati” | www.italia2tv.it

    View On WordPress

    View Full